Nella vita di ogni sito e blog arriva il momento del restyling, arriva il giorno che ci si rende conto che il proprio sito è un pò troppo datato e che è il momento di mandare in pensione lo strumento che ha accompagnato per anni il nostro cammino professionale (in genere sito o ecommerce) o personale (blog).

I motivi per cui si può decidere di fare un restyling del proprio sito web possono essere molti, sicuramente i più comuni e spesso i più motivanti sono:

  1. evoluzione delle funzionalità del sito, come ad esempio il passaggio da un sito statico ad un sito dinamico o da un sito web vetrina ad un ecommerce;
  2. restyling del marchio e dell’immagine aziendale in seguito a modifiche societarie (acquisizioni, fusioni, subentri, cambi dirigenziali, ecc…);
  3. ampliamento dei servizi offerti e relativa necessità di renderli disponibili anche online;
  4. semplice voglia di rinnovamento della propria immagine in quanto le mode e le tendenze del momento, si sa, affliggono anche i siti web;
  5. implementazione delle funzionalità responsive per la visione da smartphone e tablet.

Sono stati questi i casi più frequenti dei lavori di restyling svolti per i nostri clienti ed è stato un connubio tra i punti 1, 4 e 5 il caso del nostro sito che (forse non l’avete notato!) ha subito un restyling proprio in questi giorni!

Nel nostro caso la motivazione principale è stata legata ad un aggiornamento del CMS con cui era stato realizzato inizialmente il sito ovvero Joomla 1.5. Al tempo stesso la voglia di rinnovamento del tema e di implementazione di nuove funzionalità ci ha fatto optare per un cambio radicale passando così a WordPress.

Ovviamente siamo dovuti andare incontro a diverse problematiche come ad esempio:

  • l’esportazione di tutti i contenuti da una piattaforma all’altra;
  • l’implementazione di funzionalità di alcune componenti di Joomla su WordPress;
  • il mantenimento dei link ottenuti e delle pagine indicizzate sui motori di ricerca;
  • ridurre al minimo il tempo il cui il sito non è stato raggiungibile (forse non siamo arrivati neanche a mezzora di buio!);
  • l’assioma inconfutabile che dice che: “il calzolaio ha sempre le scarpe rotte”!

I goals del lavoro svolto sono stati completamente raggiunti e questo ci consente oggi di avere un sito con un nuovo template, con uno stile “alla moda”, responsive e già pronto per molte nuove funzionalità che svilupperemo man mano nel tempo.

E’ chiaro che prima di procedere è sempre necessario fare un’attenta valutazione dei pro e dei contro che questo può comportare sia in termini tecnici ma senza tralasciare elementi di comunicazione essenziali in quanto l’utente fidelizzato potrebbe sentirsi spaesato ed avere difficoltà ad orientarsi in una nuova e fighissima grafica ma troppo distante dal genere a cui era abituato in precedenza.

Dopo aver effettuato le giuste valutazioni è necessaria un’attenta pianificazione di tutte le fasi del lavoro e degli step necessari senza tralasciare la tempistica onde evitare che tra la scelta del nuovo template alla messa online del nuovo sito passi talmente tanto tempo che il template stesso perda la freschezza che ci aveva tanto colpito.

E voi cosa ne pensate del nuovo sito? Vi piace? Avete notato la differenza? Era meglio l’altro?

Ah quasi dimenticavo!!

Abbiamo inserito anche la newsletters e, se vi va, potete iscrivervi compilando il modulo qui sotto, con la possibilità di cancellarvi in ogni momento qualora non vi piacessero i contenuti delle nostre e-mail che promettiamo di inviarvi con molta parsimonia!