Internet è ormai una realtà consolidata nella vita di tutti i giorni e riveste un’importanza sempre maggiore anche nel settore delle compra-vendite e nello scambio di prodotti e servizi, il così detto e-commerce.

Termini come social marketing, web design o posizionamento sui motori di ricerca non fanno più parte di un linguaggio tecnico, ma sono di uso comune tra tutti coloro che vogliono ottenere la massima visibilità nel “mare magnum” della rete. Conoscere i metodi per utilizzare al meglio le potenzialità di Internet serve a chi vuole incontrare l’interesse del maggior numero possibile di utenti e seguire alcune regole basilari fa la differenza tra un sito che riesce a raggiungere un vasto pubblico e uno che invece è destinato a ottenere poche visite.
Tra gli strumenti più utili per controllare l’andamento di uno spazio web c’è sicuramente Google Analytics, un sistema che, attraverso l’inserimento di un apposito codice nel sito, permette di visualizzare informazioni e dati statistici: lo scopo è ottenere una panoramica realistica di cosa piace ai lettori (post o pagine più visitate), dell’area da cui si collegano, in che modo hanno raggiunto il sito in questione, il tutto per ottimizzare la fruibilità dello spazio web, adattarlo agli interessi dei visitatori e fare in modo che le persone tornino a consultarlo anche in seguito.

Una soluzione molto diffusa per “fidelizzare i lettori” è quella di farli iscrivere al sito o a una mailing list che regolarmente comunica le novità presenti sul sito. Tra le funzioni più utili di Analytics c’è il controllo delle azioni che gli utenti svolgono sul sito (conversioni), o quella che permette di vedere in quali pagine i visitatori cambiano indirizzo web in modo da migliorarne i contenuti (top exit pages).
E’ anche importante sapere se l’utenza usa cellulari o computer per creare grafica e app adatte a ciascun dispositivo. Anche l’interfaccia grafica di Analytics è in costante aggiornamento per permettere anche agli amministratori dei siti di comprendere con più facilità le informazioni che vengono visualizzate.
Giocano un ruolo sempre più importante nel marketing on line anche i Social network, capaci di coinvolgere molte persone in discussioni o eventi: in genere è utile abbinare a un sito o un blog un account Facebook o Twitter per promuoverlo attraverso questi canali. Avere numerosi “Mi piace”, incentivando la condivisione di notizie, informazioni e prodotti multimediali significa guadagnarsi una reputazione di affidabilità e professionalità che tutti, dai blogger alle aziende che operano in qualsiasi settore, vogliono ottenere (brand reputation). Per avere i massimi risultati dai Social è però necessario un aggiornamento regolare delle pagine, per far capire agli utenti di essere attivi e “connessi”.
È importante anche il modo in cui il sito si presenta dal punto di vista grafico: vale la pena spendere un po’ di tempo per rendere il layout delle pagine accattivante, ma semplice in modo che possa essere facilmente fruito anche da chi usa tablet o smartphone: ovviamente una bella veste grafica deve essere accompagnata da contenuti interessanti e ben presentati. Inoltre, fornire servizi utili anche sul proprio spazio web – collegamenti a pagine Internet di particolare interesse o la possibilità di scaricare widget – è un modo per influenzare positivamente gli utenti affinché esprimano pareri favorevoli sul sito.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su questi argomenti iscriviti alla newsletter: